Rimozione della copertura invernale per piscina

aquaguard_1

È quasi l’ora di riaprire la piscina, ormai manca veramente poco! Devi, quindi, predisporre ogni cosa affinché la struttura sia pronta per il primo tuffo.

Se hai svolto le operazioni d’invernaggio correttamente, l’impianto è rimasto chiuso per tutto l’inverno e adesso ha bisogno di essere rimesso in sesto. La prima operazione da compiere è la rimozione della copertura invernale.

Come rimuovere e riporre il telo in modo corretto

Con l’arrivo della primavera, quando il grande freddo è ormai passato, puoi finalmente rimuovere il telo invernale. Non si tratta di un’operazione complicata, basta utilizzare qualche accortezza nel riporla, così il prossimo autunno la troverai in perfette condizioni e pronta per essere utilizzata. Bastano due semplici mosse ed il gioco è fatto!

  1. Pulire il telo. Una volta tolto, il telo deve essere lavato. Per farlo, stendilo su una superficie piana e priva di corpi contundenti. L’ideale sarebbe uno spiazzo in cemento o lastricato, meglio invece, evitare il prato di casa! Ora puoi procedere. Inizia da un lato e aspetta che asciughi, poi passa all’altro. Per detergere la copertura non usare sostanze aggressive, se non sei sicuro chiedi ad un esperto di consigliarti un trattamento specifico. Prova, comunque, su una piccola parte di superficie e vedi come reagisce il materiale.
  2. Riporre il telo. Prima di metterlo via, assicurati che sia ben asciutto. Per precauzione, poi, distribuisci un velo di talco sul lato che verrà ripiegato internamente, in questo modo elimini ogni residuo di umidità e previeni la formazione di funghi. Ricordati, infine, di infilarlo in un apposito sacco isolante e impermeabile e riporlo in un luogo asciutto.

La copertura invernale è facile da mantenere. Se la lavi con cura e la riponi con attenzione, sarà pronta per il prossimo autunno senza bisogno di altri lavori!

Ora che l’impianto è aperto, è il momento di svolgere tutti quei lavori finalizzati a riportarlo ad un adeguato livello d’igiene. Dovrai, quindi, ripulire pareti e fondo vasca, riaccendere l’impianto di filtrazione ed eseguire un trattamento d’urto. Se hai bisogno di un aiuto, Cecconi può darti una mano!

2 commenti
  1. daniela
    daniela dice:

    Quanto avrei voluto che la sua azienda fosse in Umbria. Il ns vivaista che ha fornito e messo in opera una piscinetta 6×3 al momento di scoprire il telo ci ha telefonato: l ‘acqua era putrida è piena di schifezze. Secondo lui ci avevano portato dell acqua inquinata o il rabocco con l’acqua dell acquedotto era inquinata. Impossibile xchè l ‘acqua è stata fornita dal Servizio idrico regionale. Vedo che lei parla di un trattamento invernale da fare al momento della chiusura piscina. Deduco quindi che non sia stato mai fatto, di fatto non risultano interventi in quei mesi da parte del vivaista! Stamane poi leggendo casualmente il suo sito sono andata a controllare il telo.: piegato bagnato e infilato nel sacco. È chiaro che sono stata mal seguita!! Comunque il suo articolo mi è servito x capire che la piscina andava coperta e monotorata. Grazie Daniela vancheri

    • cecconiadmin
      cecconiadmin dice:

      Ciao Daniela,
      sì, è importante eseguire un corretto trattamento invernale per la piscina, per evitare inconvenienti al momento della riapertura.
      A questo link puoi trovare delle informazioni in proposito.

      Grazie e buona giornata.

I commenti sono chiusi.