Memorandum per la chiusura della piscina

Manca poco più di un mese a Natale e anche se hai trovato il modo di prolungare la stagione del bagnoè arrivato il momento di chiudere definitivamente dalla piscina e proteggerla dalle temperature che si abbassano ogni giorno di più.

Mettere a riposo la piscina, i passaggi fondamentali

Per essere sicuro che il tuo impianto sia in forma per la bella stagione, è importante conoscere e svolgere con cura le attività da compiere durante il procedimento di chiusura.

Ripassiamole insieme.

  • Pulizia della vasca. Aiutati con pulitori idraulici o robot elettrici e pulisci a dovere sia le pareti che il fondo della vasca, eliminando ogni impurità. Fai un passaggio extra con un retino per togliere le sospensioni e il fogliame e svuota i cestelli degli skimmer (o la vasca di compensazione se hai una piscina a sfioro).

Il vantaggio? Non dovrai sudare e faticare a primavera, durante le operazioni di apertura.

  • Trattamento dell’acqua. Controlla i valori dell’acqua per verificare che siano nei range ottimali, dopo di che effettua una clorazione shock e aspetta un giorno prima di passare all’azione con 24 lo svernante.

A cosa serve questa operazione? A evitare che si formino alghe e batteri durante l’inverno.

  • Livelli dell’acqua. Abbassa il livello dell’acqua appena sotto la linea degli skimmer per evitare di comprometterne le funzionalità ma non svuotare completamente la vasca.

Perché? Ridurrai al minimo lo stress termico del freddo sul rivestimento che, altrimenti, potrebbe provocare seri danni alla struttura.

  • Copertura. L’ultimo step, una volta spento l’impianto di filtrazione, è quello di proteggere la piscina con un’apposita copertura invernale.

Il beneficio? Avrai la certezza di tenere al sicuro l’impianto dalle temperature rigide, limiterai l’evaporazione dell’acqua e eliminerai la possibilità che si formino alghe.

Il momento migliore per chiudere l’impianto?

La risposta più giusta a questa domanda è dipende.

A seconda della regione d’Italia in cui abiti e dall’andamento delle stagioni (autunni rigidi si alternano ad altri che sanno d’estate) l’appuntamento con la chiusura della piscina può subire variazioni.

Ti suggeriamo, in ogni caso, di partire con le attività prima che arrivi l’inverno gelido, i giorni più adatti sono quelli in cui le temperature non sono ancora troppo basse ma non ti senti più a tuo agio a fare un bel tuffo in acqua.

A livello di tempistiche, considera un paio di giorni per completare tutti i passaggi necessari per chiudere la piscina. Se li pianifichi con un certo anticipo e metti l’attività nella tua to do list settimanale, non ti farai cogliere impreparato dall’arrivo del grande freddo.

Potrai decidere di chiudere la piscina in piena autonomia oppure scegliere di affidare la tua piscina in mano agli esperti del team Cecconi, che si occuperanno con professionalità ed efficienza della manutenzione straordinaria della tua piscina.