Come gestire meglio il tempo della manutenzione in piscina?

La manutenzione della piscina è indispensabile perché resti funzionale e sia un luogo salubre e sicuro per i bagnanti. Si pensa spesso che la gestione dell’impianto richieda molto tempo. In realtà – e parliamo per esperienza – è tutta una questione di organizzazione. Come ottimizzare al massimo i tempi di gestione?

Alcune attività vanno eseguite tutte le settimane, altre ogni giorno. La piscina, inoltre, va curata in fase di apertura e chiusura stagione, due momenti che richiedono qualche sforzo in più. L’obiettivo è principalmente quello di mantenere l’acqua pulita e sanificata.

Sarà necessario:

  • eliminare dalla superficie foglie e altra sporcizia;
  • ripulire fondo e pareti della vasca;
  • analizzare l’acqua per correggerne eventualmente i valori con prodotti specifici.

Tutto questo ti porterà via al massimo 30 minuti a settimana, soprattutto perché molte azioni saranno affidate a sistemi domotici o automatizzati.

Cosa fare ogni giorno

Ricordati di togliere foglie, sporcizia, insetti e residui depositati sulla superficie dell’acqua. Impiegherai una manciata di minuti ed eviterai eventuali contaminazioni. Controlla, inoltre, il livello del liquido: se possiedi uno skimmer non deve andar sotto i ¾ della bocchetta; se il sistema di filtrazione è a sfioro, lascia il livello all’altezza del bordo della vasca. Il ciclo di filtrazione sarà abbastanza rapido grazie all’uso di sistemi domotici programmabili.

Cosa fare ogni settimana

Tutte le settimane, invece, dovrai analizzare i valori di pH e cloro dell’acqua e monitorare il sistema di filtrazione. Nel primo caso, se i valori non sono adeguati, vanno corretti con dei prodotti. Se si verifica un evento straordinario – acquazzone, vento o troppa gente in piscina – dovrai ripetere l’analisi anche due volte nella stessa settimana. Il sistema di filtrazione, invece, va tenuto efficiente svuotando i cestelli degli skimmer e pulendo i filtri. Ti consigliamo infine di mantenere pulita la linea di galleggiamento con spazzole e prodotti (lavorando a mano) o con robot elettrici e pulitori idraulici. Ti basteranno 30 minuti a settimana.

E la manutenzione straordinaria?

Come anticipato, a inizio e chiusura stagione va fatta qualcosa in più per aprire e chiudere l’impianto. In questo caso ti consigliamo di affidare il lavoro a un esperto per evitare danni o problemi durante la procedura.

Gli accessori ti aiuteranno

Se desideri gestire al meglio i tempi della manutenzione non puoi sperare di far tutto manualmente. Per fortuna ci sono degli accessori studiati ad hoc per lasciarti libero di rilassarti in piscina quanto vuoi.

Parliamo di:

  • Robot automatici
  • Scope pulisci-fondo
  • Coperture isotermiche

Adesso sai che la manutenzione della piscina, se si comprende bene cosa fare e si possiedono gli strumenti giusti, non è una gran perdita di tempo. Sei d’accordo con noi?

Contattaci pure se hai dei dubbi o desideri una consulenza professionale su come gestire il tuo impianto.