Come tenersi in forma in piscina

acquagym

acquagym

Estate e prova costume, un binomio che ogni anno trova impreparate tante persone.

Se anche tu sei tra queste, ma hai la fortuna di avere una piscina in casa, puoi trasformarla in una vera e propria palestra acquatica e correre letteralmente ai ripari: un esercizio costante in acqua ha effetti benefici sia sul fisico sia sulla mente di chi lo pratica…e con un po’ di costanza basta davvero poco per recuperare la forma fisica.

Tornare in forma in acqua è facile e divertente e rientra tra le attività fisiche adatte a persone di qualsiasi età.

Allenarsi in acqua è meno pericoloso sotto il profilo articolare, ma molto più faticoso sotto quello muscolare: se da un lato il sostegno offerto dall’acqua al nostro corpo evita traumi da stress aerobico nei soggetti che soffrono di problemi alle articolazioni, dall’altro la presenza dell’acqua triplica lo sforzo compiuto dai muscoli, che devono fare una resistenza maggiore rispetto agli stessi movimenti compiuti in palestra.

Per vedere gli effetti di un allenamento in piscina è fondamentale che ci sia costanza: in base al tempo a disposizione, è importante stabilire un programma e rispettare la tabella di marcia: il vantaggio di avere la piscina in casa non deve trasformarsi nella scusa di allenarsi quando capita!

I vantaggi di allenarsi in piscina

Fare attività fisica in piscina fa bene perché:

  • aiuta a tonificare: tutti i muscoli sono chiamati a entrare in azione in acqua e questo contribuisce allo sviluppo di una tonificazione armonica di tutto il corpo;
  • favorisce il consumo di calorie: la resistenza dell’acqua costringe i muscoli a lavorare di più e di conseguenza all’organismo di spendere più energia; questo unito ad un regime alimentare controllato può contribuire nel medio periodo ad una perdita di peso;
  • riduce la cellulite: il massaggio continuo dell’acqua sul corpo contribuisce a migliorare gli inestetismi del peggior nemico delle donne;
  • migliora circolazione venosa: l’idromassaggio creato dai movimenti del corpo nell’acqua favoriscono la circolazione di ritorno del sangue verso il cuore.

Acquagym o Idrobyke?

Una delle attività acquatiche di gruppo più diffuse è l’acquagym: i classici esercizi da palestra riproposti in acqua limitano traumi e ferite e risultato adatti a persone di tutte le età. Non è necessario saper nuotare perché la maggior parte degli esercizi viene eseguita con l’acqua che non supera il livello delle spalle e tanti sono gli accessori utilizzabili durante gli allenamenti: dai guanti palmati ai pesi, dai tubi galleggianti alle cinture elastiche, che possono essere utilizzate sia per intensificare gli sforzi muscolari sia per facilitare il galleggiamento di alcune parti del corpo durante gli esercizi.

L’idrobyke è un tipo di sport acquatico che presuppone la presenza in acqua di un accessorio fondamentale, la cyclette: rispetto all’aquagym è un’attività più aerobica e necessita di un certo livello di preparazione fisica per poter essere svolta in totale tranquillità.

Può essere definito una sorta di spinning acquatico, dove l’attività aerobica di pedalare in senso orario e antiorario, a ritmi diversi dettati dalla musica e coordinati dall’istruttore, aiuta a rassodare i muscoli diarti inferiori e superiori, addominali e dorsali.

Mentre gli accessori dell’acquagym sono facilmente reperibili e hanno un costo contenuto, l’installazione di un’idrobyke prevede un investimento più sostanzioso: scegli in base alla tua forma fisica e all’intensità di allenamento che ti senti propenso ad affrontare per tornare in forma.

Solo la scelta dei giusti accessori è capace di rendere la tua piscina unica e su misura per te e le tue esigenze.
Per un consiglio esperto chiedi pure a noi di Cecconi: è il nostro lavoro e dal 1998 lo facciamo, ogni giorno, al meglio.