Consigli per la chiusura della piscina

Arriva l’autunno e con esso arriva il momento di chiudere la piscina interrata fino alla prossima stagione dei bagni. Un po’ di tristezza accompagna quest’operazione ma si sa, è necessaria per riavere, quando farà più caldo, il tuo impianto quasi pronto per il primo tuffo.

Mettere a riposo la piscina non è poi così difficile, puoi farlo tu o rivolgerti direttamente al nostro staff, ma qualsiasi sarà la tua scelta tieni conto di qualche semplice consiglio.

Aspetta il momento giusto

Non c’è una regola precisa per chiudere la piscina, dipende molto dal clima e dal tempo previsto. Tendenzialmente il momento adatto è quello in cui la temperatura scende al di sotto dei 15 gradi centigradi, quando questo avverrà dipenderà molto dal luogo in cui vivi e dalle immancabili bizze della stagione.

Da dove iniziare

Prima di dedicarti alla piscina, per comodità, svolgi le ultime operazioni intorno alla vasca:

  • smonta gli accessori
  • ritira i giochi
  • intervieni se necessario in piccole riparazioni
  • controlla il giardino

Fatto questo arriva il momento di dedicarti all’impianto

Una pulizia accurata

Dedicati ad una pulizia generale molto accurata utilizzando gli strumenti di cui ti sei dotato o consulta un buon catalogo di accessori dedicati a queste operazioni.

Con un retino pulisci accuratamente l’acqua dai residui galleggianti o raccogli quelli visibili sul fondo.

Poi attraverso un pulitore idraulico o un robot passa alla pulizia del fondo vasca, delle pareti e dei bordi.

In questo caso è sufficiente inserire il robot nella piscina e farà tutto lui senza perdere tempo e impiegare molta fatica: una buona soluzione no?

Anche l’impiantistica necessita di una buona pulizia: skimmer e cestelli vanno puliti con cura, così come il filtro al quale devi applicare un controlavaggio, se il tuo filtro è a sabbia o la pulizia delle cartucce se utilizzi questo sistema.

Il trattamento dell’acqua

Arriva il momento di pensare all’acqua: questa operazione richiede cura perché i passaggi che ti descriveremo di seguito saranno utili ad evitare la formazione di alghe e il proliferare di batteri.

In sintesi è necessario:

  • analizzare il pH
  • dare il via ad una clorazione shock
  • immettere un prodotto antialga svernate
  • attivare l’impianto per 24 ore
  • se vi è possibilità di gelate invernali, utilizzare un prodotto specifico antigelo

E’ arrivato il momento di chiudere la piscina

Svolte tutte le operazioni che ti abbiamo indicato qui sopra puoi spegnere tutto solo dopo aver coperto la piscina con una copertura specifica. Ve ne sono di diverse tipologie dedicate a questa funzione e anche al tuo budget, visita il nostro sito per scoprire quella giusta per la tua piscina.